freelancecamp Roma 2018

In questo post parliamo di…

Condividi su

Verso il #Freelancecamp Roma: Sabrina Taddei

Scritto da Silvia il 5 ottobre 2018
Sabrina è una graphic designer. Al Freelancecamp ci parlerà di come ha ricominciato da zero dopo vent'anni di lavoro, senza clienti e senza sapere bene chi fosse.

Che lavoro fai?

Graphic designer e art director dei progetti a cui lavoro.

Lavori da freelance?

Sì.

Lavorare da freelance è stato (ed è) un obbligo o una scelta?

Una scelta. Non sempre facile, ma sicuramente felice!

Da 1 a 10, quanto ti soddisfa il tuo lavoro per quel che riguarda:

  • Aspetti economici: 6
  • Gestione dei tempi di vita e di lavoro: 9
  • Relazioni umane: 10 e non basta.

Come ti vedi fra 5 anni? E fra 20?

Nei prossimi anni ancora felice del mio attuale lavoro, un po’ più in là, ad esplorarne uno nuovo, che sto iniziando ad immaginare…

Perché vieni al Freelancecamp Roma?

Perché è un piatto goloso, nutre cervello e idee.

Porterai un talk dal titolo “Ricomincio da me”. Di cosa ci parli?

Ricominciare da zero dopo vent’anni senza clienti. Tra dubbi e crisi di identità. Dopo un’esperienza conclusa di società e nel pieno della crisi economica. Dopo la chiusura della società non riuscivo a rifarmi il sito. Chi sono? Chi è “meglio” che sia? Cosa vuole il mondo? Cosa vogliono i clienti. Poi l’illuminazione: non c’è una “cosa giusta”, La cosa giusta sono IO.

E ora, giochiamo un po’.

  • Che libro non può mancare nella biblioteca dei freelance? N.ella “biblioteca del freelance” non so. Nella mia c’è sempre una magazine: Wired.
  • Quando viaggi per lavoro, cosa non può mancare nel tuo bagaglio a mano? Ipad e astuccio dei trucchi.
  • Quale app vorresti cancellare dal tuo smartphone? Nessuna. Quelle che non mi servivano le ho già rimosse.

Sito

In questo post abbiamo parlato di…

Newsletter

stiamo salvando i tuoi dati…