freelancecamp Marina Romea 2019
Condividi su

Verso il #Freelancecamp Marina Romea: Elisa Cecchi

Scritto da Silvia il 1 Aprile 2019
Elisa Cecchi è Kinesiologa, ovvero applica un metodo di riequilibrio naturale che ha origine nello studio del movimento. Viene al Freelancecamp perché "corrisponde molto alla mia idea di lavoro/vita: chiacchiere, risate, birrette in un posto fico e rilassato".

In poche righe: chi sei, cosa fai e a chi puoi essere utile.

Ciao! sono una Kinesiologa e aiuto le persone nei momenti di crisi e di cambiamento. Insegno ad ascoltarsi e a praticare l’autoresponsabilità per unire il lato più materiale e concreto della vita alla parte spirituale. Per dare un senso allo stare qua e godersi il viaggio.

Qual è stato il giorno più bello della tua vita da freelance? E perché?

Quando ho capito che potevo guadagnare denaro facendo qualcosa che per me era appassionante e divertente: aiutando gli altri a trovare la strada di casa.
Nelle professioni di aiuto, in particolare nell’ambito olistico, non è sempre immediato coniugare facilmente il lato materiale a quello spirituale. In più l’essere freelance mi garantisce un alto tasso di libertà di tempo per le mie ricerche e sperimentazioni, che per me è fondamentale.

Quest’anno al Freelancecamp ci saranno momenti dedicati espressamente a conoscerci meglio; chi vorresti incontrare?

Persone di ambiti diversi dal mio con le quali confrontarmi, dalle quali imparare e scambiare.

Hai già partecipato al Freelancecamp?

No, è la prima volta.

Bene! E noi siamo proprio felici di conoscerti.
Da quanto tempo lavori come freelance? È stata una tua scelta o un obbligo? Torneresti indietro?

Lavoro come freelance dal 2011 ed è stata una mia scelta.
Non ci ho nemmeno pensato troppo devo dire, mi è sembrata la scelta più ovvia. Amo sentirmi libera e nelle mie precedenti esperienze da dipendente comunque cercavo sempre di essere il più autonoma possibile perciò direi di no, non tornerei indietro. Magari migliorerei un attimo le nostre condizioni fiscali e di tutela.

Perché vieni al Freelancecamp?

Perché come libera professionista sento il bisogno di fare rete, di conoscere gente nuova e stimolante.
In più sembra molto divertente e corrisponde molto alla mia idea di lavoro/vita: chiacchiere, risate, birrette in un posto fico e rilassato.

Il sito di Elisa * Pagina Facebook * Instagram

Newsletter

stiamo salvando i tuoi dati…