freelancecamp Marina Romea 2020
Condividi su

Gente del Freelancecamp: Valentina Raimondi

Scritto da Silvia Versari il 25 Agosto 2020
Valentina è Content Creator e Social Media Manager, una di quelle persone che ti conquista subito con l'entusiasmo coinvolgente e lo sguardo curioso sul mondo.

In poche righe: chi sei, cosa fai e a chi puoi essere utile.

Sono una Content Creator e Social Media Manager, creo contenuti, ma negli ultimi anni mi sono accorta che quello che faccio davvero in ogni progetto è tirare fuori il meglio dalle persone, scoprire i loro punti di forza, valorizzarli e raccontarli. Do energia e ossigeno ai progetti e più sono difficili, più carico.

Che conseguenze ha avuto e sta avendo l’emergenza Covid-19 sul tuo lavoro?

Il Covid è stato un frullatore. Non ho avuto un attimo di respiro sia a scuola con la didattica digitale, sia con i clienti, utilizzando il digitale per continuare a far funzionare le loro attività. Per un attimo le persone si sono accorte che davvero la tecnologia può essere importante – se non vitale – per le proprie attività. Per un attimo non dovevi più convincere nessuno che il digitale è importante e che, se gli strumenti online sono usati bene, possono davvero fare la differenza.

Hai già partecipato al Freelancecamp? 

Oltre alle novità di quest’anno (Networking Corner, Membership, Freelancecamping, Zoomclub), c’è qualcosa che potremmo fare per la community?

Non riesco a immaginare qualcosa di meglio di quello che già state facendo.

C’è un talk del Freelancecamp che ti ha insegnato qualcosa di utile? Perché pensi che chi non l’ha visto dovrebbe proprio vederlo?

Ma davvero ne posso dire solo uno? Perché ho la playlist :-) “Se Obama riesce a prendersi 10 minuti per lui ogni giorno, come possiamo non riuscire a prenderceli noi” il talk di Giusi Valentini ha centrato in pieno la situazione che vivevo e vivo: essere perennemente incasinata, ha iniziato a far nascere nuove consapevolezze in me.

E poi “Piccoli spazi di felicità” di Nadia Panato, perché ho capito che devo imparare a organizzarmi e in questo il Freelancecamp mi dà sempre tantissimi spunti, consigli e anche scosse. Mi aiuta a mettere ordine, a trovare strade nuove e anche a chiedere aiuto, perché alla fine per ogni tuo problema in realtà c’è qualcuno un professionista che ha approfondito quel tema e ti può dare una mano.

Scegli una canzone che per te rappresenta lo spirito del freelance.

Viva la Vida dei Coldplay: allegra, carica, libera, un po’ sovversiva, nel senso di sovvertire punti di vista e posizioni che hai radicato dentro, ma che non ti vanno fiorire… come mi fa sentire il Freelancecamp.

LinkedIn * Facebook * Instagram * Sito.

Newsletter

stiamo salvando i tuoi dati…