freelancecamp Freelancecamp 2012
 

Bonus track: Prima di diventare freelance

Arrivata al Freelancecamp in clamoroso debito di sonno e con le cose da fare che mi scivolavano via dalle dita, superando decisamente la soglia fra “organizzazione leggera” e “casino”, durante la giornata mi sono persa una presentazione per strada, quella di Alice Brignani. Alla fine del camp, la gentilissima Alice è venuta a dirmi “veramente mi ero prenotata anch’io per parlare“, e io mi sono sentita sprofondare nella sabbia: me ne ero completamente dimenticata!

Nonostante questo, Alice è tanto carina che ha fatto mostra di perdonarmi, e io, confidando nella comprensione verso il mio Alzheimer incombente, pubblico comunque qui la sua presentazione, e mi dispiace di non averla sentita dal vivo perché descrive benissimo il film dell’orrore che ogni tanto ci passa per la testa quando pensiamo alla nostra felice condizione.

 
Condividi su

Newsletter

stiamo salvando i tuoi dati…