freelancecamp Roma 2018

In questo post parliamo di…

Condividi su

Verso il #Freelancecamp Roma: Francesca Pesce

Scritto da Silvia il 2 ottobre 2018
Francesca è traduttrice da inglese e francese. Torna al Freelancecamp per presentare le risposte al sondaggio i-wire sulla vita dei freelance che aveva portato l'anno scorso insieme ad Acta e ad altre associazioni europee.

Che lavoro fai?

Traduco in italiano testi finanziari inglesi o francesi.

Lavori da freelance?

Sì.

Lavorare da freelance è stato (ed è) un obbligo o una scelta?

Una scelta.

Da 1 a 10, quanto ti soddisfa il tuo lavoro per quel che riguarda:

  • Aspetti economici: 8
  • Gestione dei tempi di vita e di lavoro: 8
  • Relazioni umane: 8.

Come ti vedi fra 5 anni? E fra 20?

Fra 5, che affianco il lavoro di traduttrice con quello di gestore di un workation appartment.

Fra 20, se sarò viva, conto di aver smesso di tradurre e vivere un po’ più povera ma più rilassata.

Perché vieni al Freelancecamp Roma?

Per rispettare una promessa fatta lo scorso anno e anche per presentare la European Freelancers Week.

Fai anche uno speech, di cosa ci parli?

“Le promesse vanno mantenute”: l’anno scorso, sempre a Roma, ho invitato tutti a compilare il sondaggio i-wire sulla vita dei freelance che Acta aveva preparato con altre associazioni europee. Torno a raccontarvi i risultati e presentare la European Freelancers week, al quale il Freelancecamp aderisce ufficialmente quest’anno.

E ora, giochiamo un po’.

  • Che libro non può mancare nella biblioteca dei freelance? “Vita da Freelance” di Sergio Bologna e Dario Banfi.
  • Quando viaggi per lavoro, cosa non può mancare nel tuo bagaglio a mano? Il portatile.
  • Quale app vorresti cancellare dal tuo smartphone? Skype.

LinkedIn * Workation Apartament Contatto

In questo post abbiamo parlato di…

Newsletter

stiamo salvando i tuoi dati…