freelancecamp Online 2021

In questo post parliamo di…

Condividi su

Gente del Freelancecamp: Myriam Sabolla

Scritto da Silvia Versari il 18 Febbraio 2021
Myriam viene al Freelancecamp dal 2015: abbiamo visto la sua professionalità crescere ed evolvere, con lei. Ci ha parlato di Maternità (leggi INPS) per freelance e di anno sabbatico. Quest'anno ci parla di come sopravvivere ai due grandi nemici del freelance: il pranzo in piedi davanti al frigo e l'abbiocco postprandiale.

In poche righe: chi sei, cosa fai e a chi puoi essere utile.

Sono una food mentor: aiuto le persone a semplificarsi la vita in cucina.

Hai una macchina del tempo e ti incontri al tuo primo anno da freelance. Cosa ti dici?

Trovati un* brav* mentore.

Come hai vissuto questo anno di lavoro e tutti i cambiamenti dovuti alla pandemia?

Con fatica: nei primi 9 mesi, con le bambine a casa da scuola, lavorare è stato difficilissimo, a tratti impossibile. Da settembre molto meglio, ma mi mancano gli stimoli e le relazioni che alimentano il mio lavoro.

Cosa ti porterai dietro di questi cambiamenti anche quando torneremo a poter viaggiare e incontrarci?

Sicuramente il fatto di non dare più nulla per scontato, e la consapevolezza che una buona pianificazione deve essere accurata ma soprattutto flessibile.

Hai già partecipato al Freelancecamp?

Sì.

Quest’anno torni anche con un talk, cosa ci racconti?

La pausa pranzo in smartworking: mangiare bene per lavorare meglio ed essere più felici“. Vorrei portare la mia esperienza di food mentor ed esperta di cucina naturale al servizio de* mie* collegh* freelance: per capire come staccarci da quel computer, non continuare a guardare il cellulare mentre mangiamo, ma soprattutto cosa mangiare per essere più produttivi. E più felici.

C’è un talk del Freelancecamp che ti ha insegnato qualcosa di utile che ti è servito durante l’emergenza Coronavirus?

Monja Da RivaHop Hop (cit.) ovvero dei regali del lockdown.

Sei già nel Freelancecamp Club?

Sì.

Come è stata finora la tua esperienza del Freelancecamp Club? Cosa ti aspetti, cosa vorresti?

Ho apprezzato molto gli Zoomclub e soprattutto le sessioni di networking.

Scegli una canzone che per te rappresenta lo spirito del freelance. Perché hai scelto proprio questa?

Scelgo “With a little help from my friends” dei Beatles perché essere freelance vuol dire anche sapere quando e a chi chiedere aiuto!

TheFoodSister.it | Instagram

In questo post parliamo di…

Newsletter

stiamo salvando i tuoi dati…