freelancecamp The money edition 2022
Annamaria Bernini consulente banca etica

In questo post parliamo di…

Condividi su

Annamaria Bernini e i soldi: mezzo per una società più equa

Scritto da Silvia Versari il 21 Marzo 2022
Cosa succede ai tuoi soldi quando sono in banca? E se venissero usati per produrre armi? Annamaria è consulente di finanza etica (per Banca Etica) e la sua intervista fa luce su una questione a cui spesso non pensiamo: i soldi hanno un impatto sulla nostra vita, ma anche molto oltre.

Chi sei, cosa fai e a chi puoi essere utile?

Di professione consulente di finanza… etica! Freelance per scelta, dopo anni passati nel porto sicuro di una banca tradizionale come dipendente, ho deciso di lasciare gli ormeggi per navigare verso l’unico orizzonte per me possibile, quello di una finanza a servizio delle persone e del bene comune assieme a Banca Etica, che nel 2020 ha avviato una rete di consulenti finanziari 100% finanza etica!

Nel mio nuovo percorso professionale, affianco quanti desiderano orientare responsabilmente il proprio risparmio verso soluzioni d’investimento sostenibili e responsabili. Il denaro non è un fine ma un mezzo per realizzare una società più equa e lo strumento che ognuno di noi ha a disposizione per imprimere il cambiamento!

Che rapporto hai con i soldi?

Di sobrietà verso i soldi che appartengono alla sfera del mio “cliente interno”, ovvero io stessa e la mia famiglia: siamo maturati nella consapevolezza della nostra “giusta misura” che definirei esistenziale e non solo finanziaria.

Di rispetto verso i soldi dei miei “clienti esterni” di cui gestisco il patrimonio: non posso permettermi di trattarli se non come numerivivi poiché nell’esercizio del mio mestiere occorre al contempo avere rigore asettico ma anche prospettiva umana. I soldi sono rappresentativi di storie passate e progetti futuri, sacrifici e soddisfazioni: la vita delle persone!

E allungando lo sguardo oltre – e qui mi riferisco specificatamente al risparmio e al modo in cui decidiamo di investire – i soldi orientano la vita della nostra stessa società. Il modo in cui li usiamo produce impatti ad ampio raggio: sta a noi decidere se positivi o neutri – nella migliore delle ipotesi – delegando senza approfondire! Occorre essere consapevoli che se demandiamo la responsabilità della scelta ad altri, i nostri soldi potrebbero davvero fare ciò che noi non vorremmo, dallo scempio del pianeta e della dignità e dei diritti delle persone al finanziamento alla produzione e commercio di armamenti!

Ricordi il tuo primo stipendio o la tua prima fattura? Che emozioni hai provato?

È stata una sensazione a metà tra l’emancipazione e la grande responsabilità di cui anche io ero da quel momento depositaria in prima persona per la mia persona!

Che tipo sei: cicala, formica, ornitorinco…?

Ornitorinco!

Hai un business plan?

Sì, anche se il tipo di attività professionale che svolgo in seno a Banca Etica non ha reso necessario lo sviluppo di un documento descrittivo del progetto imprenditoriale che esiste al di là del mio piccolo contributo. Tuttavia il mio lavoro, per perseguire il sogno di una finanza diversa, deve anch’essa confrontarsi con la realtà e in questo personale equilibrio mi è d’aiuto il business plan.

Com’è cambiato il tuo rapporto con i soldi da quando hai cominciato a lavorare?

Cerco di fare sempre la scelta, non dico migliore, ma più ragionata e responsabile possibile. Per cui, sì, confesso, rapporto sempre un po’ ansiolitico!

Hai già partecipato al Freelancecamp?

No.

Sei freelance? Scelta o obbligo?

Si, lavoro come freelance da due anni. Ho scelto di intraprendere l’esercizio della libera professione di consulente finanziario abilitato all’offerta fuori sede in esclusiva per Banca Etica dopo il superamento dell’esame di abilitazione nel 2015 e iscrizione all’apposito albo. Sì, rifarei tutto, anche se la scelta di lasciare il posto sicuro in un’altra banca, con tre figli e il mutuo da pagare, è stata fonte di grande… adrenalina! Però la passione muove le montagne.

Cosa ti aspetti dal Freelancecamp?

Ho raccolto questa bella opportunità che fuoriesce dal mio perimetro abituale e dalla mia “comfort zone” perché spero di portare a chi mi ascolterà qualche spunto “critico” in tema di soldi e loro impatti socio-ambientali anche nelle scelte che quotidianamente facciamo!

Scegli una canzone che rappresenti il tuo rapporto con i soldi.

I soldi sono una grande opportunità che tutti abbiamo in tasca per combattere contro le ingiustizie, esercitiamo il voto col portafoglio.

Trovi Annamaria qui:

In questo post parliamo di…

Newsletter

Iscriviti e ricevi subito il corso Diventare freelance migliori

stiamo salvando i tuoi dati…