freelancecamp Freelancecamp Veneto 2024
Foto di Lara Lombardi

In questo post parliamo di…

Condividi su

Lara Lombardi, formatrice all’uso delle tecnologie: sogno di creare una palestra digitale

Scritto da Nadia Panato il 10 Aprile 2024
Lara Lombardi si occupa di formazione all'uso delle tecnologie. Aiuta le persone ad avere un rapporto più sereno, autonomo e responsabile con i dispositivi, i social e i propri dati. Un progetto ambizioso che sta cercando terreno fertile per germogliare.

Chi sei, cosa fai, a chi puoi essere utile?

Mi chiamo Lara e mi occupo di formazione all’uso delle tecnologie. Aiuto le persone ad avere un rapporto più sereno, autonomo e responsabile con i dispositivi, i social e i propri dati. Al momento è un side project che sta cercando terreno fertile per germogliare. Nella vita mi occupo di marketing e comunicazione per eventi e conferenze nel settore IT e sono presidente di Portofranko, un’associazione di promozione sociale che organizza un festival per raccogliere fondi di beneficenza.

Se dovessi scegliere la tua “storia di successo” che ti è più cara, cosa racconteresti? 

La prima volta che ho fatto formazione in azienda. Mi sono trovata a tre giorni dalla formazione con alcune richieste del cliente per le quali mi sentivo assolutamente impreparata. La vita mi stava buttando in pasto alla classe e volevo uscirne consulente. 😁 Ho iniziato a guardare alle competenze che ero sicura di avere, invece che a quelle che credevo mi mancassero. Ha funzionato molto bene e mi sono resa conto di quanto spesso un cliente sappia di che cosa ha bisogno ma ti chieda una cosa per un’atra.

E quella che vorresti raccontare fra un anno, perché ancora non ce l’hai fatta ma ci stai lavorando?

Aprire la prima palestra digitale. Cerco complici in questa avventura.

Da 1 a 5, quanto sei soddisfattə del tuo lavoro dal punto di vista economico, di gestione del tempo, relazioni umane?

Punto di vista economico: 5/5
Gestione dei tempi di vita e di lavoro: 5/5
Relazioni umane: 5/5

Parliamo di valori. Qual è il valore per te fondamentale, quello a cui non rinunceresti per niente al mondo?

La qualità della relazione. Mi trovo a mio agio con le persone che danno valore a quello che fanno con me e agli scambi che possiamo creare.

Quella volta che. Ti sei mai trovatə in una situazione in cui i tuoi valori professionali erano in conflitto con le aspettative del cliente? Come è andata?

Come freelance mi è capitato che sulla carta i valori fossero affini e per molto tempo abbiamo lavorato bene insieme. Ho portato diverse innovazioni e trovato uno spazio per sperimentare cose che imparavo altrove. È stato difficile quando ho avuto la percezione che per quanto sulla carta i volari fossero affini, non lo erano nella pratica quotidiana. Sono state le altre priorità della vita che mi hanno fatto allontanare, quando mi sono accorta dell’importanza della relazione come valore. Possiamo lavorare assieme con valori alti come la pace nel mondo, ma se non ci occupiamo di chi abbiamo attorno a noi quando è in difficoltà abbiamo un problema di coerenza. Ho lasciato quel cliente quando non mi sembrava più di rinunciare a qualcosa di importante.

Hai già partecipato al Freelancecamp?

Sì.

Tizio, Caia e Francə sono al loro primo Freelancecamp. Cosa dici loro per accorglierl3? Cosa si devono aspettare?

Che bello conoscerti! Che cosa ti spinge a partecipare? Qui la gente è simpatica e alla mano, sono sicura che ti troverai a tuo agio. Spoiler: agli sconosciuti non frega niente di essere ostile nei tuoi confronti, relax.

Consiglia a Tizio, Caia e Francə un talk imperdibile degli anni passati. Perché dovrebbero guardarlo assolutamente?

Ho appena recuperato un vecchissimo talk di Giulia Tosato di quando ancora non aveva i capelli rosa. Racconta bene come ci si presenta ad un evento, come si fa networking e a fare pace con la paura di presentarsi. Ah se lo avessi visto prima di partecipare la prima volta!

Ricordi perché hai partecipato la prima volta?  Cosa cercavi? L’hai trovato o hai trovato qualcosa di diverso? Hai conosciuto qualcunə che continui a frequentare?

Avevo aperto la Partita Iva da nemmeno un mese, era un anno che lavoravo con le prestazioni occasionali e avevo raggiunto la soglia dei 5mila euro. Volevo partecipare perché ero curiosa. All’epoca durava due giorni e si faceva al Boca Barranca, che per me era il bagno in spiaggia dove facevano il Rock A Nastro. Ci avevo visto Giorgio Canali cantare, tirare testate a un microfono e invitare il pubblico a farsi fottere. Mi domandavo come fosse possibile parlare seriamente di lavoro in un contesto così. Il lavoro non è quella cosa che è schifo, sacrificio, sudore e tristezza? E poi pensavo che avrei trovato gruppetti chiusi e persone già esperte che guardavano me appena arrivata dall’alto della loro esperienza.

Niente di più sbagliato (sulle mie capacità di previsione avevo ampi margini di miglioramento). Da quella prima edizione ne sono passate tante altre, vissute da una prospettiva privilegiata. Ho avuto l’onore di lavorare con Alessandra, Silvia, Simone e Gianluca. Ho conosciuto tante persone che sento regolarmente e che posso definire amiche. Ho trovato anche qualche professionista a cui ho chiesto consulenze, e qualche professionista che non ho conosciuto di persona ma che seguo. In percentuale fisiologica, anche persone che mi hanno deluso, a dimostrazione che il Freelancecamp è qualcosa di reale e non talmente perfetto da sembrare impossibile.

Scegli una canzone e dedicala a unə freelancecampista (anche a qualcunə che non conosci ma che vorresti conoscere!). Perché hai scelto proprio questa?

“Ci sarà” di Giorgio Canali e Rossofuoco:

Questa è per te che mi stai leggendo, a te che hai un progetto da fare crescere e sei circondata da persone che ti invitano a lasciar perdere.

“Ci sarà una ragione fottuta che mi spinge sulla strada sbagliata Che mi sveglia alle 3 di mattina mentre il resto del mondo è in coma Ci sarà un maledetto motivo che mi fa fare sempre ciò che non devo Ci sarà un disegno divino che riempie di trappole questo cammino E’ incomprensibile ma un senso ci sarà”

Trovi Lara Lombardi su:

In questo post parliamo di…

Newsletter

Iscriviti e ricevi subito il corso Diventare freelance migliori