freelancecamp Online 2020

In questo post parliamo di…

Condividi su

Fior di Loto e Baule Volante: Giulia Baraldo

Scritto da Alessandra il 29 Giugno 2020
Ad ogni camp ci deliziano con snack bio: per questa edizione chiocciole di liquirizia e un Fitness mix bio che sono stati amatissimi (e fotografatissimi!) da tutti i partecipanti. Conosciamo Giulia, comunicazione Digital di Baule Volante.

Ciao Giulia, sono molto felice che Baule Volante e Fior di Loto siano ancora con noi al Freelancecamp. Ci racconti qualcosa di te e di quello che fate in azienda?

Grazie, anche noi siamo entusiasti di essere al vostro fianco per questa edizione diversa dal solito, speriamo che i nostri snack possano sopperire alla mancanza del mojito! Dopo gli studi a Roma e qualche stage in giro per l’Italia, sono entrata in questa nuova realtà aziendale dove mi occupo della comunicazione del marchio Baule Volante, in particolare dell’aspetto digital.  Baule Volante è nata nel 1987 a Bologna per distribuire in Italia un noto marchio tedesco di prodotti biologici. Tre anni fa Baule Volante si è unito in un fortunato matrimonio con Fior di Loto, il più antico marchio del settore del bio in Italia e ora siamo un’unica grande famiglia.

Che impatto ha avuto e sta avendo il Coronavirus su Baule Volante e Fior di Loto, sia in termini organizzativi che di business?

Come potete immaginare essendo un’azienda alimentare abbiamo attraversato mesi intensi, ma abbiamo accolto ogni giorno come una nuova sfida. Gli uffici hanno avuto la possibilità di lavorare in smart working, una modalità che ci ha visti riorganizzare il nostro lavoro. Ci siamo reinventati, imparando a comunicare tra noi in modo efficace anche a distanza, in parte eravamo già abituati avendo due sedi dislocate tra Bologna e Torino.  

Durante i mesi di lockdown anche la nostra strategia comunicativa ha abbracciato il momento difficile che stavamo attraversando, nel nostro piccolo abbiamo cercato di essere più vicini a chi come noi si trovava a vivere il nostro stesso periodo di incertezza. Un’esperienza che ci ha formato tanto sia a livello professionale che umano.

Hai mai lavorato da freelance tu stessa? Se sì, cosa ti ha insegnato quell’esperienza?

No, non ho mai lavorato da freelance ma la immagino come una vita frenetica, in cui bisogna saper cogliere le opportunità al volo e essere sempre pronti a mettersi in gioco.

Com’è il Freelancecamp visto da fuori?

Il Freelancecamp visto da fuori (ma anche vissuto in prima persona, avendo partecipato all’edizione di Roma 2019) è un dinamico incontro di idee e persone, scambio di orizzonti e punti di vista. Un terreno fertile in cui conoscere nuove realtà e far nascere sinergie.

Se tu dovessi esprimere un desiderio per il 2020?

Mai come quest’anno ho capito che accadono eventi al di fuori del nostro controllo quindi se dovessi esprimere un desiderio per il 2020, sarebbe quello di saper cogliere il meglio da ogni situazione e mantenere un atteggiamento positivo di fronte a ogni circostanza.

Facebook Baule Volante

Facebook Fior di Loto

Instagram Baule Volante

Instagram Fior di Loto

www.baulevolante.it

www.fiordiloto.it

In questo post parliamo di…

Newsletter

stiamo salvando i tuoi dati…