freelancecamp Roma 2020

In questo post parliamo di…

Condividi su

Gente del Freelancecamp: Giorgia Martinucci

Scritto da Agnese Iannone il 12 Ottobre 2020
Giorgia è una consulente che aiuta le piccole e medie imprese a comunicare la propria attività, con un'attenzione particolare al marketing turistico. Questo è il suo primo Freelancecamp e, per festeggiare, porterà subito un talk.

In poche righe: chi sei, cosa fai e a chi puoi essere utile.

Come consulente affianco imprenditori turistici che lavorano ogni giorno con passione e voglia di fare la differenza. Insieme troviamo il modo per comunicare la loro offerta, per farsi trovare dalle persone giuste e per essere riconoscibili e apprezzati.

Da quanto tempo lavori come freelance?

Lavoro come freelance dal 2016, quando ancora vivevo a Londra. All’epoca presi quella decisione perché rientravo nei tagli al personale della web agency dove lavoravo. Tornerei indietro? Dipende! Se c’è una cosa che ho imparato nel corso degli anni è mai dire mai, voglio essere aperta a tutto quello che il futuro può riservare.

Che conseguenze ha avuto e sta avendo l’emergenza Covid-19 sul tuo lavoro? 

L’anno scorso la maggior parte dei miei clienti erano imprenditori turistici, quest’anno sono la minoranza, per ovvie ragioni. Ho dovuto quindi ripensare completamente i piani che mi ero fatta per la mia promozione e mi sono anche presa una pausa per capire come si sarebbe evoluta la situazione. Sicuramente rispetto a gennaio 2020 ho imparato a vivere di più alla giornata, mi sembra l’unica strategia che abbia senso al momento!

Hai cambiato qualcosa nel tuo modo di lavorare dopo l’esperienza del lockdown?

Dal punto di vista pratico, dato che lavoravo già da casa l’80% del tempo, i cambiamenti per me sono stati minimi. Quello che è cambiato è il mio approccio: sono una persona a cui serve avere un piano preciso, ho dovuto imparare a fare senza e navigare a vista. Non sono sicura di esserci ancora riuscita, ma mi sto impegnando!

Hai già partecipato al Freelancecamp?

No.

Perché parteciperai a questa edizione del Freelancecamp? Come ci hai conosciuto?Cosa ti aspetti?

Ho sempre voluto partecipare sin da quando ero a Londra ma poi, come spesso succede, per svariati motivi non sono mai riuscita a farlo! Non ricordo più come ho saputo di questo evento, forse qualche conoscente vi aveva preso parte. Mi aspetto di potermi confrontare con altri nella mia stessa situazione e tornare a casa bella carica: di informazioni utili, rinnovato entusiasmo e nuove conoscenze.

Farai anche un talk, di cosa ci parli?

Di foto belle e dove trovarle online, anzi come trovarle! Al giorno d’oggi i siti web e i social richiedono una gran quantità di immagini, per cui trovarle è diventata una parte importante del lavoro di molti. Lavorando come photo editor su vari progetti, ho cominciato ad annotare quello che rendeva più facile e veloce l’intero processo. Nel mio talk condividerò proprio questi miei appunti, un vademecum, se così possiamo dire, che uso ancora ogni giorno per semplificarmi il lavoro.

Scegli una canzone che per te rappresenta lo spirito del freelance.

Jeri Curl di Cam O’bi, perché è la prima nella mia playlist preferita su Spotify ed è quella che ascolto quando inizio a lavorare, mi dà la giusta energia per affrontare la lista di cose da fare.

Sito

Instagram

In questo post parliamo di…

Newsletter

stiamo salvando i tuoi dati…