freelancecamp Freelancecamp Veneto 2024
Ritratto di Federica Baldo

In questo post parliamo di…

Condividi su

Federica Baldo, Art Director & Creative Strategist: creatività e comunicazione per la sostenibilità

Scritto da Nadia Panato il 15 Aprile 2024
Federica Baldo è Art Director & Creative Strategist. È anche founder di greenbranding.it, un progetto nato per valorizzare le soluzioni sostenibili in maniera creativa e concreta.

Chi sei, cosa fai, a chi puoi essere utile?

Sono Art Director & Creative Strategist e founder di greenbranding.it

Se dovessi scegliere la tua “storia di successo” che ti è più cara, cosa racconteresti? 

Il progetto di vinra.it, un progetto dove ho potuto seguire ogni parte, mettendo in campo la mia esperienza professionale nella comunicazione, identità visiva, progettazione web e, allo stesso tempo, imparando tante cose sulla sostenibilità, ampliando le mie conoscenze e competenze, grazie anche al lavoro con un team esperto e preparato. Un altro progetto di cui sono molto felice è stata la creazione dell’identità visiva e la realizzazione del sito web per Chiara Foffano, copywriter anche lei presente qui al Freelancecamp. A questo progetto sono particolarmente affezionata perché, oltre al risultato, ci siamo divertite molto nella fase di creazione, abbiamo avuto modo di confrontarci e conoscerci di più ed è rimasta una bella amicizia e molta stima tra di noi.

E quella che vorresti raccontare fra un anno, perché ancora non ce l’hai fatta ma ci stai lavorando?

Vorrei poter parlare di più di greenbranding come rete tra professionisti, creativi e tecnici della sostenibilità e portare tanti begli altri esempi di progetti con valori forti e, soprattutto, reali di attenzione all’ambiente, al territorio e alle persone. Poi ho un piccolo sogno del cassetto, un progetto a cui mi sto dedicando parallelamente, dove lascio completamente spazio alla mia creatività, all’espressione libera, è la mia zona di ricerca e ricarica creativa. Ma lo svelerò più avanti, se si trasformerà in qualcosa di reale.

Da 1 a 5, quanto sei soddisfattə del tuo lavoro dal punto di vista economico, di gestione del tempo, relazioni umane?

Punto di vista economico: 3/5
Gestione dei tempi di vita e di lavoro: 3/5
Relazioni umane: 4/5

Parliamo di valori. Qual è il valore per te fondamentale, quello a cui non rinunceresti per niente al mondo?

La libertà, il rispetto dello spazio vita/lavoro, il rispetto delle persone con cui collaboro e a caduta, il rispetto verso la società, il territorio e l’ambiente.

Quella volta che. Ti sei mai trovatə in una situazione in cui i tuoi valori professionali erano in conflitto con le aspettative del cliente? Come è andata?

Sì, mi è capitato. Ho rinunciato a dei progetti e ad alcune collaborazioni, anche se razionalmente non era conveniente, ma per me è importante che azioni e valori siano allineati. Sono soddisfatta, non mi pento e rifarei le stesse scelte anche oggi.

Hai già partecipato al Freelancecamp?

Sì.

Tizio, Caia e Francə sono al loro primo Freelancecamp. Cosa dici loro per accorglierl3? Cosa si devono aspettare?

Ho partecipato solo alla versione online, in realtà sono molto curiosa di partecipare ad un Freelancecamp in presenza!

Consiglia a Tizio, Caia e Francə un talk imperdibile degli anni passati. Perché dovrebbero guardarlo assolutamente?

Mi era piaciuto molto il talk di Eva Martini, super motivante, ricordo ancora con piacere la carica che mi ha trasmesso oltre ai concetti utili e applicabili alla mia attività.

Ricordi perché hai partecipato la prima volta?  Cosa cercavi? L’hai trovato o hai trovato qualcosa di diverso? Hai conosciuto qualcunə che continui a frequentare?

Ho partecipato per i temi trattati e per conoscere nuove persone con cui collaborare, direi entrambe le aspettative hanno trovato riscontro positivo!

Scegli una canzone e dedicala a unə freelancecampista (anche a qualcunə che non conosci ma che vorresti conoscere!). Perché hai scelto proprio questa?

“Earth Song” di Michael Jackson:

La dedico a Silvia Toffolon. Ho scelto questa canzone perché è un capolavoro del 1995, ma è oggi purtroppo più che mai attuale. Sono passati quasi 30 anni, si è fatta della strada ma non il percorso è ancora molto lungo e difficile. Con Silvia portiamo avanti assieme dei progetti per sensibilizzare, far riflettere ed aumentare la consapevolezza rispetto agli sprechi, alla coerenza e attenzione all’ambiente e alle persone anche in occasioni particolari (ad esempio durante le fiere e gli eventi aziendali) proponendo alternative concrete.

“I used to dream / Sono abituato a sognare
I used to glance beyond the stars / Sono abituato a dare un’occhiata oltre le stelle
Now I don’t know where we are/ Ora non so dove siamo
Although I know we’ve drifted far / Anche se so che siamo alla deriva”.

Per ritrovare la giusta rotta dobbiamo tutti lavorare come una squadra, puntando verso il nostro Nord.

Trovi Federica Baldo su:

In questo post parliamo di…

Newsletter

Iscriviti e ricevi subito il corso Diventare freelance migliori