freelancecamp Freelancecamp 2013

In questo post parliamo di…

Condividi su

[chi c’è al #freelancecamp] cinque domande a @samskeyti79

Scritto da Alessandra Farabegoli il 5 Giugno 2013

Intervistiamo oggi Daniele Paviani, alias @samskeyti79, ingegnere informatico, sviluppatore web.

Ma davvero vuoi fare/fai il/la freelance? Cosa ti spinge a farlo nonostante tutto?

Non posso definirmi un vero e proprio freelance e non so neanche se sarei in grado di esserlo. Mi piacerebbe e il motivo è la parola con cui inizia: “free”, non nel senso di gratis.

Se dovessi descrivere le tue competenze (non necessariamente quelle che usi ora) in 140 caratteri, cosa scriveresti?

So analizzare e risolvere problemi. Mi vengono molte idee. So fare applicazioni web. Mi tengo aggiornato.
Se un’applicazione web fosse una casa so progettarla, fare le fondamenta, costruirla, fare gli impianti, farla antisismica e energeticamente efficiente. La arredo anche, ma con mobili stile IKEA, se ne volete di più ricercati chiamate un arredatore.

Come spieghi il tuo lavoro ai tuoi?

Sanno che so fare siti web e già questo sembra sufficientemente misterioso e complicato.

Sei il ministro del lavoro e hai solo un decreto per i freelance, ovviamente di 140 caratteri massimo: cosa ci scrivi?

Sinceramente non penso di intendermene abbastanza. Forse qualcosa che renda più semplice il fisco che per me è materia altamente oscura.

Il posto in cui ti piace lavorare e il posto in cui detesti farlo (senza limiti alla fantasia)

Mi piace lavorare nel mio #ufficioincasa. In generale non mi piacerebbe un posto di lavoro raggiungibile solo in auto e non con una combinazione di piedi, bici, treno.

In questo post parliamo di…

Newsletter

stiamo salvando i tuoi dati…