freelancecamp Freelancecamp 2013

In questo post parliamo di…

Condividi su

[chi c’è al #freelancecamp] cinque domande a @jembenton

Scritto da Alessandra Farabegoli il 7 Giugno 2013

Metà fotografa, metà blogger, metà nordica: così si autodefinisce la social media strategist Enrica Crivello (su Twitter @jembenton). Ecco la sua intervista.

Ma davvero vuoi fare/fai il/la freelance? Cosa ti spinge a farlo nonostante tutto?

La libertà di dire ai miei clienti quello che penso sia meglio per loro, anche quando questo coincide con “non hai bisogno di me”

Se dovessi descrivere le tue competenze (non necessariamente quelle che usi ora) in 140 caratteri, cosa scriveresti?

Uso i SN senza pretendere di capirli: piuttosto mi pongo delle domande e prendo atto della complessità. Non è un viaggio facile ma è bello.

Come spieghi il tuo lavoro ai tuoi?

Dico delle cose online per conto delle aziende, per esempio su Facebook o Twitter. (E sì, mi pagano).

Sei il ministro del lavoro e hai solo un decreto per i freelance, ovviamente di 140 caratteri massimo: cosa ci scrivi?

Cancellazione dell’anticipo delle tasse, i soldi me li dai solo dopo averli incassati.

Il posto in cui ti piace lavorare e il posto in cui detesti farlo (senza limiti alla fantasia)

Il posto migliore è nel letto sotto il piumone, il posto peggiore è in ufficio con il telefono che squilla in continuazione.

In questo post parliamo di…

Newsletter

stiamo salvando i tuoi dati…