freelancecamp Freelancecamp 2014

In questo post parliamo di…

Condividi su

Verso il #freelancecamp:
Carlotta Addante

Scritto da Alessandra il 22 Aprile 2014
Oggi intervistiamo Carlotta Addante, giornalista, @carlottaaddante su Twitter

Molti pensano che fare i freelance sia un ripiego, magari perché non si trova lavoro, altri che sia una missione. Tu come ti poni?

Io sono molto sincera. Se una grande azienda o agenzia di comunicazione dovesse chiedermi di andare a lavorare per loro con un contratto non ci penserei due volte. Io sono giornalista. Dopo l’esame di Stato ho iniziato a lavorare come freelance perché era l’unico modo. È divertente ma spesso molto stressante.

Trovaci un’immagine che rappresenta per te il freelancismo

almost empty fridge

Come ti immagini il freelance camp? Tu che hai già partecipato, come te lo immaginavi e cosa hai portato a casa?

Per me il Freelancecamp 2013 è stata un’esperienza interessante perché ho conosciuto molte persone che mi hanno anche aiutato in alcuni miei lavori. È bello sapere di poter contare su qualcuno che vive le tue stesse esperienze (belle e brutte).

Qual è la tua Twitter bio? ce la spieghi?

Carlotta Addante su Twitter

La mia Twitter bio è: “Giornalista. Faccio liste. In continuazione”. Sono una maniaca dell’ordine, della pulizia e della puntualità. Avendo diversi clienti sono sempre dietro ad appuntarmi tutte le cose da fare e a spuntarle nell’arco della giornata. Se la sera non sono riuscita a fare qualcosa vado su tutte le furie.

Come sono andata? Di solito le faccio io le interviste ;-)

In questo post parliamo di…

Newsletter

stiamo salvando i tuoi dati…