freelancecamp Freelancecamp 2014

In questo post parliamo di…

Condividi su

Verso il #freelancecamp:
Anna Turcato

Scritto da Alessandra il 11 Aprile 2014

[Oggi intervistiamo Anna Turcato, che di mestiere fa la consulente d’immagine, o style coach se preferite ;-) Anna è online su www.atpersonalshopper.it e su Twitter come @AnnaTurcato]

Molti pensano che fare i freelance sia un ripiego, magari perché non si trova lavoro, altri che sia una missione. Tu come ti poni?

Per me diventare freelance è stata una scelta meditata nel corso degli anni. Mio padre è libero professionista, ho sempre saputo cosa voleva dire non avere uno stipendio fisso a fine mese e pensato di preferire la stabilità di un tempo indeterminato con la paga assicurata. Eppure forse non mi conoscevo bene, tanto che quel porto sicuro lo ho lasciato di mia volontà e in un periodo molto rischioso. Ma spero che,quando i tempi saranno migliori e molti altri proveranno a lanciarsi, io sarò premiata per aver avuto coraggio per prima

Trovaci un’immagine che rappresenta per te il freelancismo

equilibrista

L’equilibrista sul filo. Essere freelance per me è sempre stare in bilico, apparentemente in costante pericolo e con la possibilità continua di sbagliare. Eppure perfettamente padroni della situazione e del proprio equilibrio. E riuscire a fare tutto questo con eleganza e senza far trasparire la concentrazione costante e, a volte, l’affanno è la vittoria maggiore.

Come ti immagini il freelance camp?

Me lo immagino come un luogo bello, dove incontrare persone speciali, e da cui imparare. Diverse da me e per questo ancora più interessanti, perché dalla diversità nasce l’opportunità di riflettere e migliorare sempre.

Qual è la tua Twitter bio? ce la spieghi?

Anna Turcato su Twitter

La mia twitter bio è in inglese perché ho un target misto (linguisticamente parlando e non solo). Il mio motto “interpretare la moda vestendola con la tua personalità” spiega il mio modo di approcciarmi alla moda e all’immagine. La cosa fondamentale secondo me è non barare ma seguire una linea di stile che sia il più possibile personale, che ci calzi a pennello e che possiamo vestire con maggiore naturalezza. Sei credibile se sei te stesso. Sei ancora più credibile se mostri, in maniera consapevole, la parte migliore della tua personalità fin dalla prima impressione. E questo si ottiene solo curando il proprio aspetto, ma senza forzature o costrizioni. Anche, o forse soprattutto, se sei freelance.

In questo post abbiamo parlato di…

Newsletter

stiamo salvando i tuoi dati…